MILITARE AMERICANO RILEVA INFORMAZIONI SEGRETE SULLA EX BASE USAF DI NARDELLO


Militare americano rivela informazioni segrete: nell'ex base Usaf di Nardello in Calabria gli americani nascondono una base aliena in pieno Aspromonte.
La Calabria per anni è stata considerata una semplice base strategica per i militari dell’esercito americano, ma la loro presenza nella punta dello Stivale ha un motivo ben diverso: controllare una base aliena segreta, di cui neanche il governo calabrese era a conoscenza.
L’incredibile scoperta è stata diffusa dal colonnello americano Erick Baffles, ex agente Cia degradato con disonore, che ha deciso di parlare, attraverso internet.
Dalle informazioni recuperate emerge che l’esercito americano nasconda in Calabria una vera propria stazione aliena dove gli E.T facevano(e forse fanno ancora visti i numerosi avvistamenti degli ultimi tempi) base già negli anni ’70 per i loro viaggi interstellari. Stazione, che si trova sotto il livello del suolo nella zona della base militare di Nardello in pieno Aspromonte.
Quattro navicelle, una ventina di corpi alieni mummificati e una stazione di controllo ormai ufficiosamente in disuso, tutti oggetto di studio di scienziati e fisici americani che da anni ormai conducono esperimenti all’insaputa degli abitanti della zona.
Gli unici a “sapere” sarebbero il Presidente del Consiglio e il Presidente della Repubblica Napolitano, informati di un’area top secret in Calabria ma anche loro all’oscuro di cosa esattamente vi si trovi, come stabilito da accordi segreti presi fra Usa e Italia negli anni ’60.
Ecco spiegate le 16 basi americane presenti sul territorio meridionale, per anni spacciate per postazioni militari strategiche, che oggi si rivelano essere state poste per controllare e difendere il “tesoro” che gli Usa controllano sul territorio calabrese.
Baffles ha anche scritto in un post sul suo blog che in giornata verranno pubblicate alcune foto che cambieranno per sempre la storia non solo della Calabria e dell’Italia, ma dell’intera umanità. Le immagini saranno rese pubbliche su un nuovo sito che, per evitare venga bloccato, rimane per ora segreto.