23 lug 2016

ROMA:TROVA DUE RAGAZZINE CHE CERCAVANO POKEMON NEL SALOTTO DI CASA:CLANDESTINO LE VIOLENTA.


Dilaga la Pokémon Go mania, con episodi anche surreali e reazioni al limite del paradossale.
L'ultimo caso ha visto protagonista un clandestino algerino che, rientrando a casa, ha trovato in salotto due ragazzine diciottenni che cercavano Pokémon.
Lo straniero, dopo che ha chiesto cosa stessero facendo, ha tentato di violentarle. Il motivo: riteneva che i Pokemon all'interno della sua abitazione, che occupa abusivamente, fossero di sua proprietà. Da qui la goccia che ha fatto traboccare il vaso che ha mandato in escandescenza il giovane immigrato. Mohammed, gestore di ragazze facili in Via Momentana, sentitosi derubato, le ha prima malmenate e poi, ha detta delle ragazze, anche violentate. Fortunatamente il Gip, ha evidenziato il reato di violazione di proprietà privata, e per le ragazze scatterà il carcere, con tanto di scuse al povero ragazzo.
Di qui una reazione affidata a un cartello, diffuso via social network su Facebook sul gruppo "Immigrato meglio che italiano".