4 mag 2016

SI GETTA IN MARE DURANTE IL TRAGHETTAMENTO AL GRIDO: "SONO UNA SIRENA"

Ha dell’incredibile o del miracoloso quanto successo ieri durante una delle tante traversate giornaliere dello stretto di Messina da parte dei traghetti. Un uomo, imbarcatosi sulla nave con alcuni amici da Villa San Giovanni e diretto verso Messina, in prossimità della metà esatta del canale si getta senza alcun preavviso in mare.

Fortuna per lui che le operazioni di soccorso siano scattate immediatamente e così l’uomo è stato tratto in salvo.
L’uomo, in evidente stato di shock, dichiara poi ai presenti: “Ho sentito il canto delle sirene e mi hanno intimato di gettarmi in mare perchè il mio destino è quello di diventare sirena”.
I medici del Policlinico di Messina, interpellati sull'accaduto, hanno detto che tale confusione psicologica si chiama Sindrome di Ulisse molto diffusa tra gli emigranti e fra chi fa molto uso di droghe leggere. Nell'ultimo anno in Italia ha provocato al morte di 32 persone, che si sono inspiegabilmente gettate in mare da mezzi in navigazione.