27 ago 2016

ESISTONO VERAMENTE I GIGANTI?ECCO LA PROVA!!!


In questo incredibile documento(clicca qui per guardare il video), trafugato dagli archivi della CIA da hacker giapponesi, l'acclamazione ad eroe nazionale di Raizen Tameemoon, l'ultimo grande gigante del nostro pianeta.
Nacque nel 1922 nella provincia rurale di Shinano da una famiglia di nobili samurai. Sin da piccolo si distinse con merito nelle arti marziali e per l'incredibile forza.  Le cronache raccontano che all'età di nove anni sradicò una sequoia giapponese a mani nude, trasportandola in spalla fino al suo villaggio che distava venti chilometri.
Si iscrisse alla facoltà di astronomia presso l'Università di Hiroshima, dove il 6 agosto 1945 fu esposto alle radiazioni nucleari dopo lo sgancio della prima bomba atomica. Queste radiazioni colpirono la sua ipofisi, facendolo crescere in pochi giorni da un metro e 97 cm fino ai tre metri e 35 cm. Nonostante questo mutamento fisico, riuscì a salvare più di centocinquanta persone rimaste intrappolate tra le macerie di in un albergo nel centro storico di Hiroshima. Preso dalla rabbia e dalla frustrazione per la perdita di amici e parenti, salì sul monte Koya, nei pressi di Hiroshima, e lanciando pietre riuscì ad abbattere un aereo da ricognizione americano che volava a bassa quota. Leggende locali riportano che rintracciò i sei membri dell'equipaggio divorandoli.
Divenne un eroe nazionale giapponese, un simbolo della resistenza contro le atrocità e le violenze americane.
Morì in circostanze misteriose nel 1947, in un tempio buddista in seguito alle radiazioni che devastarono il suo corpo. Fu seppellito in una fossa comune nell'isola di Senkaku. 
I suoi resti, rivenuti nel 1995 da un equipe di archeologi svedesi, sono ora esposti al Museo Nazionale di Kyoto ed è venerato come un Dio dal popolo giapponese.
Studiosi indipendenti attribuiscono la sua morte ai servizi segreti americani che gli misero una dose di cianuro in una tazza di sakè, come vendetta per la morte dei soldati americani.